Iter formativo

Anno propedeutico
L’anno propedeutico è previsto dalla Conferenza dei Vescovi Svizzeri (CVS) i quali, nel Documento sulla formazione dei seminari del 2000, ricordano la necessità di un periodo di discernimento sia per i formatori sia per il singolo candidato. Caratterizzati da alcuni incontri specifici e da un’attenzione particolare, durante questi mesi il seminarista ha l’occasione di vivere già a tutti gli effetti l’esperienza del seminario, tuttavia con uno statuto particolare. Gli alunni dell’anno propedeutico sono inoltre affidati ad un assistente il quale, in comune accordo con i Superiori, si rende disponibile anche per questioni burocratiche e di ambientazione.

Ammissione agli Ordini Sacri
Il cammino di formazione del seminarista è costituito da alcune tappe: la prima, definita appunto “Admissio”, prevede l’accettazione pubblica da parte del Vescovo diocesano del candidato. Esso è, da questo momento, ufficialmente considerato come un serio candidato al sacerdozio. Solitamente, per dare un carattere diocesano ed un risalto a livello pastorale, questo rito viene effettuato durante la Veglia di Avvento organizzata dalla Pastorale Giovanile della Diocesi e presieduta da Mons. Vescovo. Prima del rito è prevista una giornata di ritiro per i candidati.

Ministero del Lettorato
Il ministero del Lettorato istituito è uno dei passi che vengono compiuti dal seminarista nel cammino verso l’Ordine sacro. Può essere ricevuto anche dal laico ed è istituito da Mons. Vescovo. Corrisponde ad un rapporto più intimo con la Parola di Dio, che diviene alimento primo in questo servizio ai fratelli. In modo particolare, questo si traduce nel servizio della catechesi; mentre nella liturgia corrisponde alla possibilità (secondo le Norme e Principi del Messale Romano) di leggere l’antifona d’ingresso e alla comunione, alla possibilità di portare in processione il libro dei Vangeli in assenza del diacono, la proclamazione della Parola di Dio (prima e seconda lettura, salmo responsoriale). Presso il Seminario San Carlo viene conferito da Mons. Vescovo con il rito durante la Celebrazione eucaristica. Nell’anno di formazione sono previste delle lezioni pratiche per apprenderne aspetti teologici e pratici. Prima del rito è prevista una giornata di ritiro per i candidati.

Ministero dell’Accolitato

È il secondo ministero istituito dal Vescovo diocesano, e può essere conferito anche ad un laico. Consiste in un rapporto intimo con l’Eucaristia, verso la quale il seminarista accolito matura la propria devozione. Quale ministro straordinario dell’Eucaristia, l’accolito può presiedere l’Adorazione eucaristica (senza impartirne la benedizione), portare la comunione agli infermi, assistere il Presbitero nella distribuzione dell’Eucaristia e la purificazione dei vasi sacri. Presso il Seminario San Carlo viene conferito da Mons. Vescovo con il rito durante la Celebrazione eucaristica. Nell’anno di formazione sono previste delle lezioni pratiche per apprenderne aspetti teologici e pratici. Prima del rito è prevista una giornata di ritiro per i candidati.

Ordine del Diaconato

L’Ordine del diaconato, inserisce il candidato nel primo grado dell’Ordine sacro. Viene conferito, presso il Seminario San Carlo, dopo la conclusione del Master in Teologia e la maturazione della formazione presso il Seminario stesso. Nell’anno di Ordinazione i candidati risiedono di norma nelle parrocchie assegnate, presso le quali svolgono il loro ministero sotto l’attenta sorveglianza del parroco, che in collaborazione con Mons. Vescovo ed i Formatori del Seminario ne valutano l’operato. Essi presteranno servizio presso la Cattedrale in occasione delle Celebrazioni stazionali presiedute da Mons. Vescovo. Durante l’anno di preparazione all’Ordine, in Seminario sono previsti corsi di omiletica, liturgia pratica, pastorale appositamente istituiti per i candidati. Gli esercizi spirituali della durata di una settimana precederanno l’Ordinazione.


Ordine del Presbiterato

L’Ordine del presbiterato è il secondo grado dell’Ordine sacro, per gli aspetti teologici si rimanda ai manuali di sacramentaria. Il diacono che accede all’Ordine del presbiterato, mantiene il suo legame con il Seminario diocesano, nell’intento di completare la formazione L’Ordinazione è preceduta da una settimana di esercizi spirituali. Durante il primo anno di pastorale nelle parrocchie, i presbiteri novelli saranno convocati (oltre all’abituale aggiornamento del Clero) per seguire dei giorni di formazione specifica in Seminario.